Area Testa Rutor

Sei in: Valle d'Aosta 360 » Aree
condividi su Condividi su Facebok Condividi su Twitter

Tutta la linea che delimita l’area a sud-ovest, è la linea di confine tra la Valle d’Aosta e la Francia. Difatti nella Valle di La Thuile passa la S.S 26 che attraverso il Colle del Piccolo St. Bernardo scende nella Val d’Iser in Alta Savoia.
Fanno parte di questa splendida zona la Valle di La Thuile e la Valgrisenche entrambe culminanti con la cima della Testa del Rutor 3486 metri, montagna che da il nome all’intera area. Ma sono da ricordare anche altre cime che fanno parte di questa zona: il Doravidi 3442 metri, il Monte Paramont 3299 metri, il Mont Berrio Blanc 3252 metri, la Grande Sassière 3751 metri, La Grande Rousse 3607 metri e la Grande Traversière 3496 metri.
La Valle di La Thuile dapprima aspra e incassata, si apre con la piana che ospita La Thuile e proprio qui si divide in due sdoppiandosi con una valletta che con direzione sud, si porta proprio ai piedi del ghiacciaio del Rutor. L’altro ramo prosegue verso il Colle del Piccolo St. Bernardo e quindi in Francia.
Risalendo verso il Rutor, l’incontro immediato con una natura meravigliosa: i tre grandiosi balzi delle cascate del Rutor rimangono sicuramente l’attrazione principale, ma più in alto, proprio ai piedi del grande ghiacciaio, si trovano splendidi laghi alpini di rara bellezza: Lago di Bella Comba, Lago di Thoule, Lago Verde, Lago Grigio, Lago del Rutor, Lago dei Seracchi. Questi bacini naturali alimentano il torrente Torrente del Rutor che, nelle vicinanze del capoluogo, confluisce nella Dora di La Thuile. Risalendo invece il proseguimento della valle principale, si toccherà il colle che divide la regione dalla Savoia. Ma ancora laghi nella zona di Arpy: Lago d’Arpy e Lago di Pietra Rossa. Poco prima del passo è presente il grande Lago di Verney, che ospita un’importante riserva di pesca in lago alpino dove vivono trote fario e trote iridee.
Bellissime escursioni si possono svolgere nei valloni di Youla, Breuil e di Chavannes. In quest’ultimo, nei pressi del Mont Fortin sono ancora visibili i fortini costruiti durante a guerra dove durante il conflitto vivevano i soldati posizionati a protezione del confine italo francese. Da questo punto la vista sulla catena del Monte Bianco è incredibile, uno spettacolo da restare a bocca aperta. Molto interessante, in questo lungo vallone dai vastissimi pascoli in quota, è la presenza di una ricca flora alpina: anemone, genziana porporina, genziana puntata, saxsifraga rossa, genziana lutea ecc. Ma è da ricordare la presenza della campanula irsuta che è endemica di questi luoghi di alta montagna e che si trova solamente in questo vallone. La fauna è rappresentata da camosci, stambecchi, marmotte e aquile reali, e la presenza più interessante è quella dell’avvoltoio degli agnelli o gipeto che qui è stanziale e nidificante.
La Valgrisenche invece si snoda dalla vallata principale nei pressi di Arvier e sale sino ai ghiacciai di fondovalle. A est confina con la zona del Gran Paradiso e a sud con la Francia.
Il torrente che la scava è la Dora di Valgrisenche che nasce dal ghiacciaio di Glairetta, lungo il suo percorso queste acque impetuose sono raccolte nel bacino artificiale di Beauregard.
Tutta la valle è molto interessante par la pratica dell’escursionismo e di lunghi trekking. Qui passa la prima parte del grande giro dei giganti che sul versante sud della Valle d’Aosta è conosciuta come alta via n° 2. Ma altre belle escursioni possono portare al Lago di San Grato, al lago di San Martino oppure alla visita del bosco di larici secolari.
Le belle pareti di roccia sono attrezzate per la pratica dell’arrampicata sportiva o freeclimbing: La Bethaz, Revers, La Revoir, ecc.
Anche la mountain bike è molto conosciuta con splendidi percorsi esclusivi.
Nella stagione invernale tutta l’area della Testa del Rutor è molto conosciuta e frequentata. Il grande comprensorio sciistico di La Thuile è collegato con impianti moderni alla vicina Val d’Iser in Francia. Ma per chi ama un po’ di tranquillità potra scegliere il comprensorio più piccolo di Valgrisenche.
Molto praticato in entrambe le vallate è l’eliski che con l’uso dell’elicottero accompagna in quota, gli appassionati della neve polverosa.
Ma anche escursioni con le racchette da neve e splendide gite di scialpinismo, soprattutto in Valgrisenche.

La Thuile

Insieme ai centri di La Salle, Morgex, Pré Saint Didier e Courmayeur, La Thuile appartiene all’antica Vallis Digna, che costituisce il tratto terminale della Valle d’Aosta prima dell’ingresso in territorio francese attraverso il Colle del Piccolo San Bernardo. Oggi La Thuile è un rinomato e attrezzato centro turistico, sia in estate sia in inverno, ma [...]

Visita visita il Comune Valle:

Pré St. Didier

Pré-Saint-Didier si trova nella Valdigne, l’alta valle della Dora Baltea. Il suo territorio si estende ai piedi dell’orrido di Verney ed è attraversato dal torrente Doire de Verney, all’imboccatura del vallone di La Thuile. Il suo nome è legato alle splendide terme, già note in epoca romana e oggi al centro di un importante flusso [...]

Visita visita il Comune Valle:

Valgrisenche

Valgrisenche presenta al visitatore la sua cerchia di montagne ammantate di ghiacciai. I fianchi di questa valle sono raggiungibili con brevi passeggiate, lunghe escursioni, come il Tour attorno al Ruitor, e ascensioni di ogni grado di difficoltà. Non mancano grandi possibilità di free climbing sulle pareti, a poca distanza dall’abitato. A Valgrisenche le tracce del [...]

Visita visita il Comune Valle:

Offerta turistica in Valle d'Aosta

Copyright © 2018 All rights reserved Delianet
P. Iva 01052860077 - by Delianet