Valpelline

Sei in: Valle d'Aosta 360 » Comuni
condividi su Condividi su Facebok Condividi su Twitter

Selvaggia, aspra e solitaria: la montagna com’era una volta, fatta La Valpelline è una valle laterale della Valle d’Aosta. Prende il nome da uno dei comuni della valle: Valpelline.
La Valpelline si stacca dalla Valle del Gran St. Bernardo all’altezza di Gignod e sale fino al Col Collon che la separa dalla regione del Vallese in Svizzera.
Si trova ai piedi delle poderose cime della Dent D’Hérens 4179 m e del Gran Combin 4314 m, anche se la vetta di quest’ultimo è totalmente in territorio svizzero perché la linea di confine passa più a sud del monte e precisamente sulla cresta della gran Téte de By 3588 metri. Altre cime che meritano una menzione sono: Punta Margherita 3905 m, la Tète de Valpelline 3802 m, il mont Velan 3708 m e il mont Gelé 3519 metri.
La Valpelline è solcata dal torrente Buthier, nasce dal ghiacciaio Tza de Tzan e dal ghiacciaio delle Grandes Murailles. A monte dell’abitato di Bionaz, il suo corso è stato captato per formare la diga idroelettrica di Place Moulin a 1950 m di quota, il più grande sbarramento artificiale della Valle d’Aosta. Le acque che vengono rilasciate dopo il loro utilizzo, percorrono in tutta la sua lunghezza la valle e si gettano nella Dora Baltea proprio nei pressi della città di Aosta.
La valle non ha facili collegamenti con le valli vicine. I principali passaggi con le valli confinanti sono: il col di Valpelline 3568 m e il col Collon 3142 m per la Svizzera, il col Vessona 2794 m per la Valle di St. Barthélemy e il colle di Valcornera per la Valtournenche
La valle ha segnato un posto di scambio e di scontro con il vicino Vallese. Nel medioevo la valle apparteneva ai signori di Quart, i quali la infeudarono ai nobili locali La Tour-de-Valpelline. Dopo l’estinzione della casata dei Quart (1377), Valpelline passò alle dipendenze dei Savoia. Nel 1612 fu assegnata ai Perrone di San Martino, famiglia di nobili piemontesi impegnata nello sfruttamento della miniera di calcopirite di Ollomont.
Per favorire l’ascensione ai monti della valle e l’ escursionismo in alta quota la valle è dotata di alcuni rifugi alpini: rifugio Nacamuli al Collon 2818 m, rifugio Aosta al Tza de Tzan 2781 m, il rifugio Prarayer in fondo alla diga di Place moulin e il rifugio Crète Sèche a 2398 metri ai piedi del Mont Gelé.

Bionaz

È il comune più settentrionale della regione Valle d’Aosta e occupa il territorio della valle omonima (val di Bionaz), tributaria della Valpelline. Sul territorio comunale si trova uno dei laghi artificiali più importanti di tutta la Valle d’Aosta, il lago di Place-Moulin. È per estensione territoriale il terzo comune della Valle d’Aosta dopo Cogne e [...]

Visita visita il Comune

Oyace

Clima sano, ambiente intatto e tranquillo. Oyace è situato a 1367 m d’altitudine, a 20 Km da Aosta, sorge su un modesto ripiano del ripido versante orografico destro della Valpelline. Circondato da boschi e pascoli Oyace offre un clima sano, un ambiente intatto e tranquillo, caratteristiche spesso desiderate dalle famiglie. modafinil pastillas comprar online trankimazin [...]

Visita visita il Comune

Valpelline

Il comune di Valpelline occupa la parte medio-alta della valle omonima, a nord di Aosta. Come tutti i comuni della Coumba Freide è ancora molto viva la tradizione del Carnevale.

Visita visita il Comune
Copyright © 2018 All rights reserved Delianet
P. Iva 01052860077 - by Delianet